mobile-menu mobile-menu-arrow Menu
 

Tiresias di Kate Tempest



A Santarcangelo dei Teatri il 17 e 18 luglio non perdetevi Tiresias, un progetto di Bluemotion / da Hold your own-resta te stessa di Kate Tempest / traduzione di Riccardo Duranti / regia Giorgina Pi / con Gabriele Portoghese / dimensione sonora Collettivo Angelo Mai / bagliori Maria Vittoria Tessitore / echi Vasilis Dramountanis / costumi Sandra Cardini / luci Andrea Gallo / organizzazione Alessia Esposito / comunicazione Benedetta Boggio / una produzione 369gradi-Angelo Mai-Bluemotion.

Tiresia è il veggente che sa, che conosce ciò che si dovrebbe fare, un’entità che nell’Ade custodisce le risposte, il tramite tra l’umano e il divino. Fa paura ascoltarlo, il suo corpo conturba, è al di fuori dell’ordine naturale, è un corpo che vive più sessualità, più età in una vita. Quando i suoi occhi smettono di vedere iniziano a leggere il futuro. Gabriele Portoghese segue orme poetiche e sonore da “Hold Your Own / Resta te stessa” di Kate Tempest, poetessa e rapper londinese classe 1985. L’autrice osserva Tiresia vagare: ragazzino timido, giovane donna che scopre amore e chiaroveggenza, anziano solitario. Tante vite in una vita, tante e tanti noi in continua metamorfosi per rimanere ciò che scopriamo di essere.