mobile-menu mobile-menu-arrow Menu
 

Non è la fine del mondo


Autore: Carlotta Clerici
Categoria: Teatro
Genere: Commedia
Lingua: ITA
Ruoli: 4
Attori: 2
Attrici: 2

Sinossi:

Sophie e Viviane sono amiche da sempre. Sono anche state cognate, in un’epoca a quanto pare felice, ma ormai passata.

Oggi hanno 40 anni, e le cose non vanno tanto bene… Sophie si rinchiude in un militantismo ecologico radicale, Viviane si nasconde dietro un’allegra frivolezza e un consumismo sfrenato.

E poi c’è un primo amore mai dimenticato che ripassa di lì, un marito innamorato di una giovane clandestina, le tasse di successione da pagare, le ceneri di mamma da disperdere e una piscina da costruire…

Con l’aiuto della crisi economica, tutto cade a pezzi : la società, la famiglia e, soprattutto, la coppia – che sia fondata sulla menzogna e il compromesso borgese, o su un inarrivabile desiderio di assoluto e di purezza.

Ma a ben guardare, questa tempesta è salutare ! Si può, dopo il suo passaggio, inventarsi una nuova vita, stringere relazioni più sane, ritrovare il senso di quello che si fa…


Commenti:
Sylviane Bernard-Gresh, Télérama Una commedia di costume sottile e divertente. Carlotta Clerici conferma il suo talento per dipiongere con leggerezza e verità situazioni e personaggi di oggi. Marie-Céline Nivière • Pariscope Con la sua penna delicata, Carlotta Clerici esplora l’essere umano, la sua complessità, i suoi paradossi, le sue debolezze. Jean-Pierre Leonardini • L’Humanité L’intrigo di questa commedia agro-dolce è costruito ingeniosamente, a profitto di personaggi dal carattere ben temprato. Martine Piazzon, Froggydelight Carlotta Clerici continua a scavare il filone del realismo sociale alla Sautet. Attraverso scene corte dai dialoghi taglienti punteggiati di humour, dipinge dei ritratti umani e sensibili, di grande verità. Simone Alexandre, Theatrauteurs Di colpo di scena in colpo di scena, Carlotta Clerici dipinge i costumi di una società privata di punti di riferimento. La pièce è divertente, i dialoghi incisivi. Micheline Rousselet, Snes Il microcosmo che si agita sotto i nostri occhi è un buon riflesso della nostra società. Il tutto evocato sul tono della leggerezza, suona giusto e le battute sono divertenti.