mobile-menu mobile-menu-arrow Menu
 

I Cenci


Autore:
Categoria: Teatro
Genere: Dramma

Sinossi:

Il Conte Cenci è riuscito a non essere incarcerato, nonostante abbia commesso un delitto, grazie all’intervento del Cardinale Camillo, che riesce a convincere il Papa a tramutare la detenzione in una forte multa. Ma il Conte non è sulla via della redenzione: per festeggiare la propria libertà, decide infatti di dare un ricevimento nel corso del quale ha intenzione di eliminare i familiari e di sedurre la propria figlia Beatrice.
Profondamente turbata, la giovane invita il sacerdote Orsino, che a sua volta la corteggia, ad incontrarla per ordire l’uccisione del padre. Chiede aiuto alla curia, ma il Papa decide di non aiutare Beatrice e i due fratelli Giacomo e Bernardo, perché interessato alla fine imminente dei Cenci, in modo da acquisire i loro possedimenti. Di notte il Conte compie l’attuato piano sessuale: violenta la figlia, che è fuori di sé dal dolore e ormai vagheggia il suicidio. Vorrebbe però vendicarsi e si rivolge ad Orsino: il sacerdote le consiglia di uccidere il padre, in accordo coi due fratelli, utilizzando due sicari. Ma il piano fallisce durante una tremenda tempesta, mentre Cenci si sta trasferendo nel castello di Petrella coi familiari rimasti. Anche la notte successiva il Conte desidera possedere ancora Beatrice. Tuttavia lei riesce a prevenire le violenze paterne, aiutata dalla madre, che addormenta Cenci con un potente sonnifero. A questo punto la figlia consegna i pugnali ai sicari. Il Conte viene assassinato. Immediatamente giunge al castello il Cardinale Camillo, che ha l’ordine scritto dal Papa di arrestare Cenci. Scoperto l’ormai avvenuto delitto, il Cardinale arresta tutti ed inizia le indagini. Mentre il sacerdote Orsino è riuscito a fuggire, sotto tortura i sicari confessano che il mandante altri non è che Beatrice. Condannata a morte, la giovane si prepara all’esecuzione, terrorizzata dall’ipotesi di incontrare presto il terribile padre pure all’Inferno.


Personaggi:
Cenci Camillo Andrea Beatrice Orsino Lucrezia Principe Colonna Convitati (una decina) Nane (due personaggi muti della scena del banchetto) Bernardo La cameriera Giacomo Assassini (due) Guardie (sei)

Commenti:
Tragedia in quattro atti e dieci quadri da Shelley e Stendhal, allestita per la prima volta al teatro Folies-Wagram di Parigi il 6 maggio 1935. L’azione è ambientata a Roma nel 1599.

Altre Opere Di


-I Cenci
(Les Cenci)