mobile-menu mobile-menu-arrow Menu
 

Donna in Nero, La


Autore: Stephen Mallatratt
Categoria: Teatro
Genere: Horror
Lingua: inglese
Ruoli: 2
Attori: 2

Sinossi:

Ecco un horror raccapricciante ambientato nell’Inghilterra degli anni ’30. Un giovane attore viene ingaggiato dal misterioso signor Kipps, un avvocato che vuole raccontare in teatro la terribile esperienza che ha vissuto da ragazzo. Mentre Kipps interpreterà tutti i vari personaggi che incontrò in quella tremenda esperienza, l’Attore vestirà i panni di Kipps da giovane, finendo però per immedesimarsi completamente col giovane avvocato.
Il Maniero di Eel Marsh si ergeva alto, spaventoso e isolato, mentre si affacciava sulla distesa infinita e paludosa dietro la strada in salita detta delle Nove Vite, da qualche parte sulla spaventosa costa orientale dell’Inghilterra. Qui la signora Alice Drablow visse – e morì- da sola. Arthur Kipps, un giovane avvocato, viene incaricato dal socio anziano dello studio legale di lasciare Londra per presenziare al funerale della donna e quindi raccogliere tutti i suoi incartamenti. Il giovane avvocato inizialmente accetta il lavoro come se fosse una vacanza, del tutto all’oscuro dei tragici segreti che giacciono dietro le finestre sbarrate della casa. Ma appena messo piede nella villa Kipps prova un terribile senso di disagio. E poi vede una giovane donna con il volto devastato, tutta vestita di nero, sul retro della chiesa durante il funerale della signora Drablow e poi di nuovo nel cimitero accanto al Maniero di Eel Marsh. Chi è quella donna? Perché è lì? Kipps si pone domande a cui però la gente del posto non può o non vuole dare risposta. Essi si rifiutano di parlare della “donna in nero”, o anche di riconoscere la sua esistenza. Perciò Arthur Kipps deve aspettare di rivederla e solo allora silenziosamente lei rivelerà la sua identità e il suo terribile scopo.
“La donna in nero” si distacca dal genere “ghost story” alla Dickens o alla James, o alla Wharton . Non è un horror o un racconto del terrore, eppure gli eventi sono costruiti con un crescendo così palpitante da instillare un senso di terrore. Si costruisce mediante la semplice aria che si respira, il quadro vivido di un posto, bastano tracce, sguardi e indizi o ciò che è nascosto, ciò che si sente o ciò che si intravede soltanto, per rabbrividire e rendere già la sola lettura notturna del testo sconsigliabile per chi soffre di cuore. L’adattamento di Stephen Malltratt per il palco rimane fedelissima al libro in sé, egli infatti sfrutta descrizioni e dialoghi propri dell’originale di Susan Hill mentre trasforma il romanzo in una piece teatrale da brivido. Non a caso il “Fortune Theatre” di Londra lo propone in cartellone dal 1989!


Personaggi:
Signor Kipps, un avvocato di mezza età Attore, un giovane sulla ventina Si recita con i doppi ruoli.

Altre Opere Di Stephen Mallatratt


-Donna in Nero, La
(Woman in Black, The)