mobile-menu mobile-menu-arrow Menu
 

Tom Stoppard

Tom Stoppard: drammaturgo, sceneggiatore, scrittore e regista inglese, nasce a Zlin (ex Cecoslovacchia) il 3 luglio del 1937.

Con la famiglia, ebrea, si trasferisce a Singapore e poi in India per sfuggire alla persecuzione nazista.
In India sua madre sposò un certo Maggior Stoppard che tornò con loro in Inghilterra, quando l’autore aveva 8 anni: “Sono arrivato qui a otto anni e non so perché né voglio particolarmente sapere perché, ma afferrai l’Inghilterra e l’Inghilterra afferrò me. Nell’arco di pochi minuti, almeno così mi sembrò, non ebbi più nessuna sensazione di essere in terra aliena e i miei sentimenti, la mia empatia con il paesaggio inglese, l’architettura inglese, il carattere inglese, tutto questo, proprio tutto, è semplicemente diventato sempre più forte. Non appena sbarcai in Inghilterra seppi di aver trovato una patria. E ne abbracciai lingua e letteratura”.

Tom Stoppard appartiene a quella generazione di autori inglesi che, a partire dal 1968, hanno contribuito a rinnovare e rivitalizzare profondamente la scena inglese. Comincia a scrivere inizialmente per radio e televisione fino ad approdare al teatro nel 1967 con Rosencrantz e Guildenstern Sono Morti, che debutta al Fringe Festival di Edinburgo. L’opera ha successo e viene quindi messa in scena al National Theatre e a Broadway nello stesso anno, vincendo anche un Tony Award nel 1968 come Migliore Opera.


Tom Stoppard è stato insignito nel 1997 dell’ Order of Merit e dell’Order of the British Empire. Vive a Londra. Le sue Opere più recenti sono Heroes (2005) e Rock’n Roll (2006).

Ha scritto numerosissime sceneggiature (Brazil, Shakespeare in Love, Enigma, The Bourne Ultimatum…) e recentemente anche una nuova versione inglese dell’Ivanov (2008) e del Giardino dei Ciliegi (2009) di Chekov, del quale nel 1997 aveva riscritto Il Gabbiano.

Premi:

1968: Tony Award per Migliore Opera: Rosencrantz e Guildenstern Sono Morti

1976: Tony Award per Migliore Opera: I Mostri Sacri (Travesties)

1984: Tony Award per Migliore Opera: The Real Thing

1990: Leone d’Oro al miglior film con Rosencrantz e Guildenstern sono morti

1994: Laurence Olivier/BBC Award per Migliore Opera: Arcadia

1999: Oscar per la miglior sceneggiatura originale del film Shakespeare in Love

2007: Tony Award per la Migliore Opera: The Coast of Utopia