mobile-menu mobile-menu-arrow Menu
 

Antonio Skármeta

Nasce ad Antofagasta, in Cile, il 7 novembre 1940 figlio di immigrati croati.
Dopo la laurea all’Università del Chile proseguì gli studi di letteratura negli Stati Uniti d’America grazie da una borsa di studio Fulbright, ottenendo il Master of Arts nel 1966.

Rientrato in patria, nel 1967 pubblicò il suo primo libro, una raccolta di racconti intitolata El entusiasmo. Negli anni seguenti lavorò anche come traduttore, realizzando la versione in lingua spagnola di alcuni romanzi in lingua inglese. Nello stesso periodo divenne professore dell’Università del Cile, dove insegnò inizialmente assiologia, poi filosofia contemporanea, ed infine letteratura cilena.

Dopo il golpe cileno del 1973 decise di trasferirsi all’estero, prima in Argentina, dove rimase un anno, poi in Europa. Ritornò a vivere in Cile nel 1989.

Nel 1985 uscì il suo romanzo Ardiente paciencia, ripubblicato in seguito con il titolo El cartero de Neruda (Il postino di Neruda), e tradotto in più di venti lingue. Dal romanzo venne tratto il film Il postino, interpretato da Massimo Troisi.

Dal 2000 al 2003 fu ambasciatore del Cile in Germania.