mobile-menu mobile-menu-arrow Menu
 

La Costa dell’Utopia


Autore: Tom Stoppard
Categoria: Teatro
Genere: Dramma storico
Lingua: inglese
Ruoli: 44

Sinossi:

“The coast of Utopia” monumentale trilogia ambientata nella Russia prima e dopo la Rivoluzione, che segue nel corso di trent’ anni un gruppo di intellettuali – capeggiati da Alexander Herzen (che si definì il primo socialista), dal romanziere Ivan Turgenev, dal critico letterario Vissarion Belinsky, dall’anarchico Michael Bakunin e dal poeta Nicholas Ogarev – che cerca di rovesciare il regime dello zar Nicola attraverso la creazione di un movimento rivoluzionario che cambi la società usando, come unica arma di lotta, l’ intelletto.
Il testo è diviso in tre parti, intitolate Viaggio, Naufragio e Salvataggio, ognuna delle quali dura tre ore, per un totale di nove ore di teatro.

Il “Viaggio” è ambientato nel 1933 in una casa di campagna a Premukhino: Bakunin che cerca di coinvolgere gli amici nell’entusiasmo per le idee che ha appreso nei circoli intellettuali della capitale.
Nel “Naufragio” il dibattito si sposta nei caffè letterari di Mosca. Herzen viene imprigionato, Bakunin viene esiliato, Belinsky muore di tubercolosi.
In “Salvataggio” ci ritroviamo sulle barricate di Parigi del 1848, dove si ricongiungono alcuni dei personaggi…


Commenti:
L'opera ha debuttato a Londra nel 2002; «All' inizio il progetto era di proporzioni molto più modeste: ero affascinato dall' idea di scrivere qualcosa alla maniera di Cechov, ed ho cominciato a leggere una serie di testi russi dell' epoca. La molla è scattata quando mi sono imbattuto nel personaggio del critico Vissarion Belinsky, il quale decise di vivere sotto il regime reazionario di Nicola I piuttosto che andarsene in Spagna o in Francia dove avrebbe potuto leggere o scrivere in libertà» Tom Stoppard