mobile-menu mobile-menu-arrow Menu
 

Erich Kästner

Erich Kästner, scrittore, sceneggiatore e poeta tedesco, nasce a Dresda nel 1899.
Nel 1913 inizia a studiare per diventare insegnante ma lascia la scuola nel 1916 poco prima di terminarne gli studi. Nel 1914 scoppia la Prima guerra mondiale che, come Kästner scrisse, ‘fece finire la mia gioventù’. Kästner fu arruolato nel 1917 in una compagnia di artiglieria. La durezza dell’addestramento e le brutalità della guerra lo segnarono profondamente, anche fisicamente e lo fecero diventare antimilitarista.
Studia Tedesco, storia,filosofia e storia del teatro all’Università di Lipsia. Porta a termine il dottorato nel 1925 e due anni dopo si trasferisce a Berlino: gli anni berlinesi di Kästner dal 1927 alla fine della Repubblica di Weimar nel 1933 furono i più produttivi. Egli diviene uno dei più importanti intellettuali di Berlino. Qui lavora come critico teatrale e come giornalista per diverse, prestigiose, testate. Nel 1928 pubblica la sua prima raccolta di poesie “Herz auf taille”, e il libro per bambini “Emil and the Detectives”, che è il suo debutto letterario e, tuttora, il suo più grande successo.
Nel 1933i suoi libri vengono bruciati e proibiti dai Nazisti. Nonostante questo lui continua a scrivere per bambini e per adulti, e alcuni di questi libri vengono pubblicati in Svizzera, finché non gli viene proibito di pubblicare anche all’estero.
I libri per l’infanzia di Kästner sono considerati adesso dei classici. Sono stati tradotti in più di 50 lingue e da questi sono stati tratti numerosi film in tutto il mondo.
Nel 1960 Erich Kästner riceve il Premio Hans Christian Andersen per la sua opera completa.
Muore nel 1974 a Monaco.