mobile-menu mobile-menu-arrow Menu
 

Quattro madri



(Immagine per gentile concessione di www.teatrosacco.com)

Sabato 24 marzo è di scena a Savona un progetto ispirato a Arnold Wesker e a Franca Rame, Quattro madri.

QUATTRO.MADRI
(RITRATTI DI DONNA)
da A. Wesker – F. Rame

Una madre single che si difende difronte alla figlia perché “gli uomini non servono a nulla e poi nessuno mi avrebbe mai sposata: bruttina, sgraziata, difficile, intelligente; una combinazione impossibile da accettare per qualsiasi uomo. Ma i padri sanno farsi rispettare, mentre io no, non ci riesco…”. Ma è davvero una colpa non dare un padre alla propria figlia?

Una madre mancata, una donna anziana che al telefono con il nipote gli vomita addosso una vita di solitudine, di fatica, senza figli: “sai che succede alle donne che non hanno avuto figli? Invecchiano senza figli”. Il rimpianto di non aver avuto una vita coniugale è forte e lacerante, ma mai come quello di un abbraccio che non arriva.

La madre terra: una donna per cui essere madre è lo scopo della propria esistenza e che difende la sua dignità di mamma-casalinga che ha costruito un nido da cui nessuno vuole fuggire, forse; “Sai, se non fosse così noioso essere sposati ad una donna che è sempre grassa ed incinta ne avrei fatti una dozzina di figli, e non solo tre”.

Una madre che lavora, che fa un lavoro duro, alla catena di montaggio e che si divide 7 giorni su 7 fra il suo ruolo di moglie, di madre e di lavoratrice: senza soluzione di continuità, senza respiro quasi… ma anche di domenica?

Continua a leggere qui

in scena:
Cristina Robasto

allestimento scenico e regia

Cristina Robasto, Enrico Cravero e Massimo Chionetti

per ass. culturale Thealtro