mobile-menu mobile-menu-arrow Menu
 

Il giorno finisce presto (Dagen slutar tidigt)


Autore: Ingmar Bergman
Categoria:
Genere: Dramma
Ruoli: 11 (7M, 4F)

Sinossi:

Il giorno finisce presto è il secondo lavoro teatrale di Bergman, una tragedia in tre atti del 1947.
Jenny Sjuberg è una pittrice di mezz’età; sua sorella Valborg, molto più giovane, è fidanzata con un coetaneo di nome Ole. Il giorno di mezza estate Jenny riceve la visita di un’anziana donna, la signora Åström, che sostiene di essere stata inviata a preannunciare, a lei e altre 4 persone in città, che sono destinate a morire nel giro di 24 ore. Naturalmente, Jenny non le dà credito.

Il suo ex marito Robert la convince a organizzare una festa di mezza estate alla quale invitano la sorella e il fidanzato, Brit (giovane fiamma di Robert), il signor Peter (ex attore diventato impiegato per necessità, intenzionato a vendere a Robert un vecchio teatrino per bambini di legno), infine Finger-Pella, un amico omosessuale di Jenny insieme al suo uomo, Oscar.

Durante la festa hanno luogo alcune rivelazioni: Ole preferirebbe la sorella Jenny alla propria fidanzata Valborg; Finger-Pella ha ricevuto a sua volta la visita della misteriosa signora Åström e ha il terrore di morire; Oscar è insieme a lui soltanto per interesse; infine, Jenny si innamora in qualche modo di Peter, l’ex attore.

Il mattino dopo la festa il dottor Värn convoca tutte le persone contattate dalla signora Åström, che in realtà è evasa dal manicomio. I cinque “predestinati” sono tutti sollevati dalla notizia, ma poco dopo Finger-Pella muore sotto un tram: è stata la tensione della rivelazione sulla propria morte o davvero è giunta la sua ora?

Jenny porta Peter a casa propria; è lui quindi che la scopre morta alle due, proprio quando aveva predetto la signora Åström. Anche l’anziana ricoverata è morta, perché è chiamata a accompagnare i cinque nel loro ultimo viaggio.

(da wikipedia)