mobile-menu mobile-menu-arrow Menu
 

A giovedì!


Autore: Gérard Darier
Categoria: Teatro
Genere: Commedia
Lingua: francese
Ruoli: 5 (5 M)

Sinossi:

“A giovedì!” è il saluto che cinque amici sulla cinquantina si ripetono da quarantacinque anni. Ogni giovedì da bambini si ritrovavano per giocare insieme, crescere e condividere le esperienze della vita. E una volta adulti hanno continuato a vedersi ogni giovedì a pranzo.
Durante uno di questi pranzi Silvano ha un malore: sviene di colpo con la testa nel paté. La corsa in ospedale con tre dei suoi quattro amici. Il quarto, dentista, già in ritardo per il pranzo, li raggiungerà al pronto soccorso.

E’ proprio da qui che li ritroviamo: Daniele, commerciante di vestiti, ebreo, vedovo, rifiuta categoricamente che si dica che la moglie è morta; Willy, cantante semi-professionista impiegato part-time in libreria, vive ancora con i genitori; Mario, capo meccanico in un’officina Fiat, tre amanti la settimana, incontrerà presto l’amore della sua vita; Piero, dentista, in piena crisi matrimoniale. Tutti e quattro aspettano preoccupati il responso medico sull’incidente di Silvano, da poco pensionato e abbandonato dalla moglie perché pare lui fosse sterile. Lei è scappata con il loro medico della mutua e adesso è incinta.

Il suo svenimento gli provoca un distacco dal corpo e gli permette di “sentire” i pensieri delle persone che lo circondano. Questo tipo di esperienza gli fa capire che presto potrebbe morire davvero e si rende conto che nonostante quarantacinque anni di amicizia, loro cinque non si sono mai detti “ti voglio bene”.
Tra una raccolta delle urine, una radiografia ai polmoni e un prelievo del sangue, le situazioni si riveleranno una più esilarante dell’altra. Darier dipinge una realtà paradossale, ma vera al tempo stesso, e lo seguiamo in questo tour de force della comicità dove il pudore maschile è il vero motore della commedia.


Personaggi:
- Daniele, 50 anni, commerciante - Willy, 50 anni, cantante - Mario, 50 anni, meccanico - Piero, 50 anni, dentista - Silvano, 50 anni, neo-pensionato