mobile-menu mobile-menu-arrow Menu
 

Tatjana Motta

Tatjana Motta (Venezia, 1988) si laurea in Arti Visive e dello Spettacolo allo IUAV di Venezia e si diploma in drammaturgia alla Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi di Milano.

Tra il 2018 e il 2020 fa parte del laboratorio permanente di drammaturgia Playstorm del Teatro Stabile di Torino, a cura di Fausto Paravidino. Con il testo Notte Bianca, vince il 55° Premio Riccione per il Teatro 2019, che debutta nel 2021 al Romaeuropa Festival per la regia di Camilla Brison; il testo è stato tradotto in spagnolo e in inglese ed è attualmente in fase di pubblicazione in Spagna e negli Stati Uniti, rispettivamente per i progetti Nueva Escena Italiana – promosso dall’Istituto Italiano di Cultura di Madrid e da Riccione Teatro – e Italian & American Playwrights Project.

Nel 2019 e nel 2020 è tra gli artisti selezionati per il progetto Beyond The Sud, in collaborazione con El Cultural San Martin (Buenos Aires), INAE (Montevideo), Fundaciòn Teatro a Mil (Santiago), Teatro Technis Karolos Koun (Atene).

Nel 2021 scrive il podcast Justine per il Piccolo Teatro di Milano per il progetto Abbecedario per il mondo nuovo.
Il suo testo Questo Posto Strano, tradotto in lingua catalana, viene presentato in forma di mise en espace al Teatro Sala Beckett di Barcellona, per la regia di Marta Gil Polo, a luglio del 2021.